• Logo Whatsapp
  • Facebook
  • Instagram

SOSTiENICI

Pane_SantAntonio-33.jpg

Essere volontari alla Casa della Carità

I volontari sono persone generose che mettono a disposizione degli altri il bene più prezioso: il loro tempo, perchè... 

“La miseria e' sempre, ci vogliono persone che hanno un cuore, che vedono, ascoltano il grido e fanno qualcosa.”

Cardinale Walter Kasper

VOGLIO DIVENTARE VOLONTARIO!

WhatsApp Image 2022-04-15 at 10.48.22.jpeg

Dona il tuo 5 x 1000 alla Casa della Carità

L’emergenza sanitaria ha stravolte le vite di tutti noi e anche le attività della nostra Associazione sono state riorganizzate per non lasciare soli i più fragili: bambini, famiglie e anziani che non hanno nulla.
Con il 5 x 1000 a Pane di S. Antonio resti vicino ai nostri volontari. 
Basta inserire il tuo codice fiscale 95083730127 in dichiarazione dei redditi nel riquadro “Sostegno del volontariato e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale…” e apporre la sua firma.
Non costa nulla, ma vale moltissimo perchè dona il calore di una casa a chi è povero.
Il  5 x 1000 è una percentuale delle tasse che lo Stato destina comunque agli enti del terzo settore, non sostituisce il 2xmille e l'8x1000 

Per le aziende

Volontariato facendo scartoffie

Possono donare eccedenze e beni inutilizzati, tutte le attività commerciali, piccole o grandi che siano, che operino in una delle fasi della raccolta, della produzione, della trasformazione, della distribuzione e della somministrazione di prodotti (alimenti, farmaci, prodotti destinati all’igiene e alla cura della persona e della casa, integratori alimentari, biocidi, presidi medico chirurgici e prodotti farmaceutici, prodotti di cartoleria e di cancelleria). Si collocano quindi tra questi soggetti, a mero titolo esemplificativo: le imprese della grande distribuzione, i punti vendita, i piccoli esercizi commerciali, la ristorazione organizzata e collettiva, i produttori artigianali o industriali, i mercati ortofrutticoli. Per quanto riguarda i farmaci, la categoria dei donatori include le farmacie, le parafarmacie, i grossisti, le aziende titolari di autorizzazioni all’immissione in commercio di farmaci.

Come donare
La legge 166 ha l’obiettivo di incoraggiare la filiera produttiva e distributiva a donare beni inutilizzati  o eccedenze  e per fare questo prevede una procedura piuttosto semplice. Se la singola cessione riguarda eccedenze alimentari facilmente deperibili nonché beni di valore complessivo non superiore a 15.000 euro è sufficiente  un documento di trasporto o un titolo equivalente. Quando si tratta di donazioni che non rientrano in questa categoria e riguardano importi più consistenti, la procedura richiede maggiore trasparenza per assicurare il raggiungimento degli obiettivi solidali. In particolare, il soggetto donatore è tenuto a trasmettere agli Uffici dell’Amministrazione finanziaria e alla Guardia di Finanza, per via telematica, una comunicazione riepilogativa delle cessioni effettuate nell’arco di un mese, la quale dovrà essere trasmessa entro il quinto giorno del mese successivo a quello in cui sono state effettuate le suddette operazioni.

Pane_SantAntonio-50.jpg

Donazioni in memoria

Puoi effettuare una donazione in memoria di una persona cara e, se lo desideri, richiedere una Santa Messa in ricordo dei tuoi cari defunti. Con una donazione in memoria la famiglia della persona che vuoi ricordare riceverà una nostra lettera per condividere il tuo gesto di solidarietà.

UN GESTO IN MEMORIA DI CHI NON C'E' PIU'

PER AIUTARE CHI NON HA NIENTE.

COME POTER DONARE

Di persona

Via Marzorati 5/A

21100 - Varese (VA)

Telefono

331 3546438 - 0332 232635

(solo mattina dal lunedì al venerdì)